Flowers do it better!

Oggi sul blog si parla di un argomento scabroso (ovviamente scherzo): il sesso nel mondo vegetale.

Spesso nemmeno ci sfiora l'idea anche nel nostro giardino venga praticato, ed invece: anche i fiori lo fanno!
Tutti sappiamo sin da bambini delle api e delle farfalle che svolazzano di fiore in fiore… ma spesso si pensa che questo sia tutto quanto c'è da dire sull'argomento.
Pensiamo ai fiori come degli esseri immobili dei "vegetali" appunto e quindi crediamo che la riproduzione sia solo frutto del caso e dell'aiuto di qualche insetto.
Niente di più sbagliato!
Se ci si pensa bene, i fiori stessi in realtà altro non sono che dei vistosi organi riproduttivi.
Petali colorati, profumi inebrianti, forme sinuose, altro non sono che armi di seduzione.



Quindi non solo lo fanno, ma pure mettendo bene in mostra la "mercanzia"!
Anche le tecniche sono varie, a volte utilizzano solo il vento, che trasporta il polline per fecondare un fiore lontano anche chilometri, mentre più spesso tendono a coinvolgere numerosi ed inconsapevoli partner occasionali: insetti, uccelli, piccoli mammiferi.
Insomma non fanno troppo i difficili…
E per attirarli fanno veramente di tutto!
Usano l'inganno attraverso forme e colori, per riprodurre le fattezze di alcune specie di insetti, come nel caso dell'Ophrys Apifera, un orchidea che si traveste da ape per raggiungere i suoi scopi.


A volte emettono profumi irresistibili per i maschi di alcuni insetti, come l'orchidea australiana Chiloglottis trapeziformis che imita alla perfezione il feromone di un tipo di vespa.

By Michael Whitehead (Chiloglottis trapeziformis) [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

In altri casi, emanano delle tremende puzze, per esempio la Rafflesia arnoldii, (ma anche l'Arum spesso presente nei nostri giardini) che con uno sgradevole olezzo di carne putrefatta, richiama orde di mosconi.

Di Henrik Ishihara Globaljuggler (Opera propria) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) o GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], attraverso Wikimedia Commons

Sia da parte del fiore che dei mosconi: De gustibus non est disputandum!
Ma se colori, forma e profumi non bastassero, ecco che ci provano anche col cibo!
Il nettare, gustosissimo liquido zuccherino, viene abbondantemente offerto ad ogni insetto che decide di posarsi su un fiore pronto alla riproduzione.


In rarissimi casi, pure un tocco di perversione porta a strani comportamenti… l'Aristolochia gigantea un rampicante del Sud America, dopo aver attirato l'insetto impollinatore, mette in atto un vero e proprio sequestro che dura dalle 12 alle 24 ore, che servono al fiore per maturare ovuli e polline. In questo lasso di tempo l'insetto viene nutrito, e una volta pronto il polline, i peli che ne impedivano la fuga si afflosciano lasciando libero il sequestrato.


Come riportava Madonna sulla sua Tshirt nel video anni '80 "Papa don't preach": Flowers do it better!

...(in realtà era "Italians", ma per questo post ho dovuto riadattarla) ;-)


2 commenti:

  1. Ma in effetti è così, non fanno certo i puritani!! Avevo già letto delle abitudini riproduttive delle piante, tutto questo ci dà l'idea di come in fondo il mondo vegetale sia vivace e per nulla immobile!
    ahahah ... la maglietta di miss Madonna!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è molto più dinamico di quel che sembra.
      Ciao lolle

      Elimina

Powered by Blogger.