Ordine (o distruzione) post-vacanza

Sembrava passato poco dall'ultimo post in cui dicevo che il blog sarebbe andato in vacanza (ed io di conseguenza), ed invece sono già passate quasi tre settimane.
Le mie ferie sono ormai terminate, e pure quelle dei 25mq!
Le continue piogge abbondanti alternate a miti giornate soleggiate, hanno fatto si che, durante la mia assenza, le piante si siano sviluppate a dismisura! E non sto esagerando: alcune di esse sono cresciute di decine di centimetri!
Ed è alla vista di tutto questo che, il dilettante giardiniere che è in me, è stato colto da un forte senso di colpa per aver lasciato al proprio destino (anche se solo per un paio di settimane) i miei 25mq, che nel frattempo hanno dato libero sfogo alla crescita indisciplinata delle piante e dei fiori, trasformando il giardino in un piccolo angolo di Amazzonia!
Indisturbate, hanno avuto le loro due settimane "sabbatiche", ma il divertimento è finito!
Naturalmente le valige sono state abbandonate subito oltre la soglia di casa... ed armato di cesoie, scopa, rastrello e sacco per la raccolta di rami e delle foglie, come un "Edward mani di forbice" sotto allucinogeni, ho iniziato le mie drastiche e severe potature.
Premesso, odio, ma davvero O-D-I-O potare; ma con un giardino così piccolo non ho alternative: il "contenimento" è necessario!
Per non parlare dei disastri che poi combino!
Dopo il mio passaggio, il paesaggio sembrava essere stato colpito da un uragano violento, che si è lasciato alle spalle distruzione e desolazione (ecco perchè odio potare..).
Fortunatamente credo abbiano modificato il loro DNA con un gene che si potrebbe chiamare RDJ (Ripara-danni-Jampy), perchè nonostante tutto, col passare del tempo, tornano ad essere in splendida forma.
Ora l'ordine è stato fatto! Forse anche un pò troppo...

8 commenti:

  1. Mi piace! Violenza gratuita e distruzione, la desolazione di Jampy insomma :D

    A volte ci vuole eccome e ti capisco! Ma vogliamo vedere le immagini :D

    Un saluto, una buona serata e una pacca sulla spalla per te che sei tornato dalle ferie :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Pontos, l'unico problema con le potature è che esagero. Non so perchè.... inizio con l'accorciare qualche ramo e poi mi faccio prendere la mano! E quando smetto mi rendo conto di aver combinato il disastro!
    Per fortuna sono forti e col tempo si riprendono.
    Ma per un pò avrò sotto gli occhi lo scempio.... :-(
    Le foto noooooooo! Vi risparmio l'orrore!
    Comunque ho tentato di pore rimedio al pianticidio... vedrai nel prossimo post.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Vedi che un giardino richiede la presenza continua del giardiniere ? Le piante hanno un carattere tutto loro, sono ostinate e non intendono ragioni: vedrai che la potatura sarà servita. Come per gli animali da compagnia, bisogna con dolcezza ma con autorevolezza far loro capire chi è che comanda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Grazia, la presenza costante di qualcuno che badi al giardino è indispensabile! E quest'anno più degli altri ne ho avuto la conferma.
      Il problema è che molto dolce non sono stato... :-)
      Però so bene di non aver arrecato un danno così serio e che si riprenderanno.
      Solo che ci vorrà un poco di tempo.
      Porterò pazienza!
      Ciao

      Elimina
  4. Bentornato e buon lavoro...in giardino!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000!
      Ma le potature per un bel pò non le farò più! ;-)
      I lavori si limiteranno a nuove piantumazioni e qualche annaffiatura (sempre che non continui a piovere).
      Ciao e a presto

      Elimina
  5. Senza dubbio il compito piu'doloroso di un giardiniere è la potatura. Anche il più difficile :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto giusto!
      Poi per una persona autodidatta che non ha avuto "dritte" da nessun esperto...
      Per fortuna le piante hanno una forza di ripresa eccezionale!
      Ciao

      Elimina

Powered by Blogger.